Just another WordPress.com site

III. IL CONFERIMENTO DEL POTERE DI LEGARE E DI SCIOGLIERE

 

7. < E io ti  dico che tu sei Pietro> (Mt.16,18). Da notare che Pietro ebbe tre nomi : Simone, che si interpreta < obbediente>; Pietro < che riconosce> e Cefa, <Capo> (testa) . Fu Simone nel momento della chiamata di Cristo :< Seguitemi. Ed essi , abbandonate le reti, lo seguirono > (Mt.4,19-20) ; fu Pietro nella professione di fede fatta oggi, con la quale riconobbe Cristo Figlio del Dio vivente, e quindi merito di sentirsi dire : <Tu sei Pietro > . Non dico : sarai chiamato Pietro, ma  tu sei Pietro, da me pietra, in modo però che io ritengo per me la dignità  del fondamento, perché < nessuno può porre un fondamento diverso da quello che vi è stato posto, che è Cristo> (1 Cor 3,11), sul quale è edificata la chiesa.

< E sopra questa pietra edificherò la mia chiesa> (Mt 16,18), e quindi non deve tempere se cadrà la pioggia, cioè la persecuzione  diabolica, se strariperanno  i fiumi, cioè la perfidia degli eretici , se soffieranno i venti , cioè la rabbia del mondo , e  si abbatteranno  su questa casa , perché è fondata sopra una pietra solida stabile (cf Mt 7,25).Si legge nel libro dei  Numeri: < Sicura è  la tua abitazione , purchè tu metta il tuo nido sulla roccia   e tu sia tolto dalla  stirpe di Cain > (Nm 24,21-22), nome che s’interpreta < astuto> o < caldo>  (lat. Callidus o calidus), ed è figura del diavolo che con la sua astuzia  brucia con la fiamma dei vizi l’anima dei peccatori , i quali avranno come carnefice nella pena colui colui  che ascoltarono come istigatore nella colpa.

<Edificherò la mia chiesa > .Osserva che è chiamata chiesa quella trionfante, quella militante, e anche l’anima fedele. Cristo edifica  la prima  con gli spiriti dei beati, la seconda con i fedeli, e la terza  con le virtù: perciò Cristo è chiamato anche <muratore> , come si legge in Amos: <Ed ecco , il Signore stava sopra un muro liscio , e tra le mani aveva la cazzuola da muratore> (Am 7,7). La cazzuola si chiama in lat. Trulla , da trudo, spingere, fissare , perché serve a fissare tra loro le pietre con la calce , con la quale poi le pareti  vengono anche rese lisce. Quindi il muro liscio è quello che è levigato sulla sua superficie.Nella cazzuola è simboleggiata la potenza di Dio, con la quale egli edifica il muro della sua triplice chiesa  e lo lèviga perché nulla ci sia di disordinato, di ruvido, di ineguale, ma tutto si faccia in modo lineare e agevole. Dice infatti l’Apostolo :< Tutto si faccia nella carità > (1 Cor 16,14), che è il cemento delle altre virtù.  E considera ancora ancora che il  Signore sta sopra il muro della chiesa per tre scopi: per edificarla, per combattere da essa e per mezzo di essa  gli avversari, e per proteggerla.

E quindi <le porte degli inferi  non prevarranno contro di essa> (Mt 16,18) .Le porte degli inferi sono i peccati, le minacce  e le lusinghe, che non  hanno la possibilità di prevalere, cioè di separare la chiesa dalla fede e dalla carità che sono in Cristo Gesù.  Infatti chi accoglie  con amore,  nell’intimo del cuore, la fede in Cristo, supera facilmente tutto ciò che lo assale  dall’ esterno. In tal senso la porta è così chiamata perché serve a portar fuori qualcosa; inferi, è detto perché le anime vi vengono portate giù (lat. Inferuntur).Porte degli inferi sono chiamati i sensi del corpo, attraverso i quali l’anima peccatrice viene come portata fuori a cercare e a desiderare le cose inferiori, i beni terreni.

Dice Isaia < Ecco che il Signore ti farà portare via> – cioè permetterà che ……-, < come viene portato via un gallo dal pollaio> (Is 22,17). Come l’astuta volpe afferra per la gola un cappone e lo trascina nella sua tana, così l’insidiosa e subdola concupiscenza  della carne, attraverso i sensi del corpo trascina l’anima a queste cose inferiori. Però , se è edificata e fondata sull’amore di Cristo, contro di essa nulla potrà mai prevalere.

8. < E a te darò le chiavi del regno dei cieli> (Mt 16,19) . Ecco < Cefa>, posto a capo degli Apostoli  e della chiesa.E detto che Cristo interrogo gli apostoli,  che Pietro , a nome di tutti , professo la fede della Chiesa Universale.  E oggi il Signore gli conferì il potere di legare e di sciogliere , e perciò questo giorno è chiamato <cattedra di San Pietro>. Chi primo fra tutti professò la sua fede, primo fra tutti ebbe il potere delle chiavi.

Le chiavi simboleggiano l’autorità e la capacità di giudicare, e in virtù di esse accogliere  nel  regno coloro che ne sono degni, ed escludere gli indegni. Infatti continua < E tutto ciò che legherai >, vale a dire : quando giudicherai degno delle pene eterne chi resta ostinato nei peccati , o quando assolverai il vero e umile penitente, così sarà fatto anche in cielo.

Commenta Girolamo:< E tutto ciò che legherai> .Hanno la stessa potestà giudiziaria anche gli altri apostoli; ad essi infatti il Signore, dopo la risurrezione , disse :< Ricevete lo Spirito Santo: coloro ai quali rimetterete i peccati, saranno rimessi,; ai quali non li rimetterete , resteranno non rimessi> (Giov. 20,23); e ce l’ha  anche tutta la chiesa nei suoi presbiteri e nei suoi vescovi. Ma Pietro la riceve in modo particolare , perché tutti comprendano  che chiunque si separerà  dall’unità della fede e dalla sua comunione , non potrà essere assolto dai peccati ed entrare in cielo.

Alcuni , che non hanno ben compreso queste parole , si rivestono in parte della presunzione dei farisei e presumono  di poter condannare gli innocenti e assolvere i colpevoli., quando invece davanti a Dio non si cerca tanto la sentenza del sacerdote , quanto di salvare  la vita dei colpevoli. Per questo nel  Levitico  viene comandato ai lebbrosi di mostrarsi ai sacerdoti (cf Lv 14,2); non sono i sacerdoti che li fanno lebbrosi o meno, ma controllano  e constatano chi è il mondo o immondo: cosi è anche in questo caso.

Per le preghiere del beato Pietro , il Signore ci sciolga dalle catene dei nostri peccati e ci apra le porte del regno dei cieli: colui che è benedetto nei secoli.Amen

Sant’ Antonio di Padova  dai sermoni domenicali, Cattedra di san Pietro Pagg.1165,1166 e 1167.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: